Secondo la Convenzione delle Nazioni Unite del 2006, la disabilità è un concetto in continua evoluzione ed è il risultato della interazione tra la persona con menomazioni e barriere di diversa natura che ne impediscono la piena ed effettiva partecipazione alla società su base di uguaglianza. Questa nuova “definizione” ha delle conseguenze pratiche: impone di concentrasi su ciò che ostacola la partecipazione e discrimina le persone con disabilità. La Collana indaga la relazione tra disabilità e diritto con contributi in italiano ed inglese; propone ai lettori la prospettiva dei Disability Studies in ambito giuridico e consente di individuare le occasioni di esclusione per combatterle in modo preciso, spendibile, concreto. L'intento è di aumentare la conoscenza della disabilità come questione di diritti umani ed esaminare le implicazioni del nuovo approccio sul piano operativo. L'approfondimento del diritto antidiscriminatorio, la visione critica e la promozione dell'empowerment fondano una riflessione emancipativa e multidisciplinare. Si propongono riflessioni dottrinali e soluzioni pratiche aggiornate, interessanti per professionisti, operatori, comunità scientifica e non solo.

1 Prodotti/o

per pagina
Imposta ordine discendente

1 Prodotti/o

per pagina
Imposta ordine discendente